25 Giugno 2024
A cura di: Redazione IVM

Office design: come le scelte di colore influenzano la produttività

Tempo di lettura: 2.5 mins
Torna al blog

I colori, come i lineamenti, seguono i cambiamenti delle emozioni.” diceva Pablo Picasso, catturando l’essenza di come i colori possano influenzare il nostro stato d’animo e la nostra produttività. Questo concetto è particolarmente rilevante negli ambienti di lavoro di oggi, dove la scelta dei colori può trasformare uffici monotoni in spazi stimolanti e produttivi.

Con l’aumento dell’attenzione al benessere dei dipendenti e alla loro produttività, emerge una nuova consapevolezza riguardo all’importanza degli arredi e della scelta dei colori negli ambienti di lavoro.

Diversi studi hanno esplorato l’impatto della scelta dei colori sull’apprendimento e il benessere delle persone, analizzando la correlazione tra l’esposizione visiva e le diverse risposte emotive e comportamentali degli individui.

Se strategicamente configurati nel contesto di un progetto di arredamento per l’ufficio, i colori possono generare effetti positivi sulle persone e sull’ambiente.

Riduzione dello stress e aumento della concentrazione

Colori come il blu e il verde sono noti per il loro effetto calmante, poiché richiamano i colori della natura, ai quali l’essere umano è particolarmente sensibile, suscitando un profondo senso di connessione. Incorporare queste tonalità nel design dell’ufficio può contribuire a favorire un’atmosfera più rilassata, aiutando i dipendenti a gestire stress e ansia. Allo stesso tempo, uno studio condotto dalla University of Texas ha dimostrato che il verde e il blu possono migliorare la concentrazione e aumentare la produttività fino al 12%, rappresentando i colori ideali per gli uffici dall’alto impatto innovativo-tecnologico.

Miglioramento dell’umore e stimolazione della creatività

Colori caldi e accesi come il rosso, l’arancione e il giallo possono evocare sensazioni di felicità, ottimismo e allegria. Questi colori trasmettono energia e possono stimolare il pensiero creativo, favorendo il flusso libero di idee. Questo li rende particolarmente adatti ad ambienti votati al brainstorming e agli spazi collaborativi​.

Tuttavia, occorre “dosarli” con moderazione per non rischiare di promuovere l’effetto contrario, portando ad un eccessivo affaticamento e dispersione visiva.

Promozione del riposo e del relax

Incorporare colori rilassanti come lavanda, blu tenue e verde pallido permette di creare un’atmosfera riposante, quasi terapeutica. Non solo, più in generale possono promuovere una sensazione di equilibrio e ridurre l’ansia, migliorando così il benessere generale dei dipendenti​. Questi colori sono particolarmente efficaci nelle break rooms o negli spazi destinati al relax.

La psicologia dei colori è quindi una scienza al servizio del design che va oltre la componente estetica, ma che mira a migliorare la funzionalità dell’ufficio e a orientare le scelte strategiche di architetti e progettisti, per creare ambienti lavorativi sempre più stimolanti e produttivi.

La scelta dei colori nel design degli uffici non è solo una questione estetica, ma può avere un impatto significativo sul benessere e sulla produttività dei dipendenti. La psicologia dei colori, quindi, non si limita alla componente estetica, ma mira a migliorare la funzionalità dell’ufficio e a orientare le scelte strategiche di architetti e progettisti, per creare ambienti lavorativi sempre più stimolanti e coinvolgenti.

Torna al blog
ALTRI ARTICOLI DELLA STESSA CATEGORIA
27 Marzo 2023
Lavorare in modo davvero “smart”: ecco l’ufficio agile
Leggi tutto
15 Settembre 2021
Viaggio nel cuore dell’ufficio: ecco l’Activity-base working
Leggi tutto
31 Maggio 2021
Office design: trasforma il tuo ufficio in un’opera d’arte
Leggi tutto
08 Maggio 2023
Gli “amenity office” e la rivoluzione del lavoro sostenibile
Leggi tutto